fbpx

Holly per l'ambiente

Il «progetto Holly» nasce a fine marzo 2020, con l’intento di offrire una risposta concreta ad una necessità di sicurezza determinata dall’emergenza sanitaria. Uno degli aspetti che più caratterizza questo progetto è l’attenzione alla sostenibilità ambientale.

Holly in lavorazione
Holly è sostenibile

La mascherina HOLLY è sostenibile perché:

  • NON È UNA MASCHERINA USA E GETTA (si sostituisce soltanto il filtro quando necessario)
  • È RIUTILIZZABILE INFINITE VOLTE (è realizzata con materiali durevoli nel tempo)
  • ECOLOGICA (ha una struttura completamente riciclabile)
  • RIDUCE AL MINIMO L’IMPATTO AMBIENTALE (minimo volume dei rifiuti – smaltimento dei soli filtri)

Le mascherine monouso: il problema dello smaltimento

Il fabbisogno mondiale di mascherine degli ultimi mesi (prevalentemente del tipo monouso), ha finito per produrre una notevole massa di rifiuti, derivanti dall’impossibilità di riciclo dei materiali compositi con cui sono realizzate.

Le mascherine HOLLY riducono al minimo lo smaltimento delle parti sostituibili (i filtri)

La mascherina HOLLY è stata studiata per ridurre al minimo gli sprechi, limitando il volume dei rifiuti con la sostituzione giornaliera del solo filtro in TNT e conservando la struttura della mascherina.

In base a recenti stime, il fabbisogno quotidiano di mascherine nel nostro Paese si aggira intorno alle 40 milioni di unità, il che comporta un elevato quantitativo di mascherine monouso da smaltire.

Per esempio, in Italia le mascherine usa e getta attualmente destinate per rifornimento al solo ambito scolastico (11 milioni al giorno) producono rifiuti pari a 39.600 kg, tenendo conto di un peso di 3,6 gr per mascherina.

Con Holly questo dato viene notevolmente ridotto, in quanto, se tutti utilizzassero HOLLY verrebbero smaltite soltanto le ricariche-filtro che hanno un peso di 0,63 gr del triplo strato in TNT, portando il totale a 6930 kg da smaltire ogni giorno.

Se nelle scuole italiane tutti utilizzassero le mascherine HOLLY si ridurrebbero i rifiuti ogni giorno di Kg 32.670

Il nostro impegno per l'ambiente

Come azienda, riserviamo una attenzione particolare al materiale di scarto derivante dalla lavorazione dei filtri monouso in TNT.

Affinché gli scarti di lavorazione non diventino un ulteriore costo per l’ambiente abbiamo stabilito un rapporto di collaborazione con un’azienda specializzata nella riconversione di rifiuti.

Questa azienda trasforma gli scarti derivanti dal taglio dei filtri della nostra produzione in materiale rigenerato, che può  essere immesso nuovamente sul mercato. In questo modo si favorisce il ciclo produttivo ad «impatto zero».

Filtri